Questo articolo ha l’obiettivo di sfatare un mito e, soprattutto, un tabù: l’incontinenza non è un [...]
/ 0 Comments / 2102 View

L’incontinenza non è un affare per donne (vecchie)

Mar 07 / 2018 6:00AM

Esistono delle soluzioni all’incontinenza, ecco quali

incontinenza e donne

 

Questo articolo ha l’obiettivo di sfatare un mito e, soprattutto, un tabù: l’incontinenza non è un problema che affligge solo le persone anziane, in particolare le donne e questo, anche se non sembra, è una buona notizia – perché c’è una soluzione -.

Ecco perché l’incontinenza non colpisce solo le donne mature

La parola incontinenza porta con se un’aurea negativa e persino depressiva perché spesso noi donne ci immedesimiamo con i modelli che vengono proposti dai media. Dobbiamo essere belle,affascinanti, sexy, in forma, efficienti e … giovani. Se fossimo nate in Cina, noi donne mature, saremmo portate su un palmo di mano e con il trascorrere del tempo, diventeremmo quasi delle divinità da idolatrare, poiché chi ha vissuto e ha del tempo alle spalle, ha anche esperienza, e questo viene reputato degno di rispetto e di valore.

Ma viviamo in occidente, però, dove ci sono altre elementi piacevoli, ma l’invecchiamento non è tra questi. Perché mi soffermo su questa parola? Perché, per l’appunto, l’incontinenza viene spesso, quasi automaticamente, associata a questo concetto, ergo, se per caso capita di avere qualche fenomeno di questo tipo prima, è chiaro che la cosa viene vissuta negativamente. Talmente negativamente che le donne non ne parlano – sui forum all’interno dei social, le donne non hanno paura o timore di elogiare, ad esempio, le coppette per il ciclo, ma non parlerebbero mai di pannoloni, perché le coppette sono legate alla fertilità, mentre il resto, ovviamente, no -.

NIENTE E’ PIU’ SBAGLIATO DEL PENSARE CHE L’INCONTINENZA COLPISCA SOLO LE DONNE MATURE

Forse non lo sapevate, ma è così, non solo, colpisce, persino anche gli uomini – certo in misura minore -.

Ma quali sono le cause dell’incontinenza in donne giovani, come ad esempio le ragazze 25enni (sì, avete letto bene)?

Le stesse che possono colpire anche una 35enne o una 50enne:

  • vescica iperattiva,
  • problemi ormonali
  • infezioni alle vie urinarie
  • malattie nervose
  • obesità
  • precedenti interventi chirurgici e anche il parto
  • assunzione di medicinali – ad esempio i diuretici –
  • una combinazione di questi elementi
  •  stress

Quindi, per farla breve, se non siete 60enni e soffrite di incontinenza urinaria, non solo non c’è nulla di strano – ma questo non vi impedisce, comunque, di fare degli approfondimenti -, ma soprattutto non c’è nulla di cui vergognarsi: siete in buona compagnia. E’ che non lo sapete perché non amano, come voi, parlarne.

Ma passiamo alla bellissima notizia: le soluzioni all’incontinenza esistono

La prima cosa da fare è non negare l’esistenza di questa condizione, men che meno vergognarsene perché più rendete tabù questa situazione, più rischiate di peggiorare la vostra condizione in termini psicologici.

Parlatene, in primis, con il medico, con il partner, con le amiche e, udite udite, magari vi accorgerete di non essere le sole. Non potete passare la vostra vita a condizionarvi in base a questa situazione: check dei bagni perché devono essere vicini in qualsiasi condizione vi troviate, sia che siate al ristorante, sia che andiate in gita in montagna; per non parlare poi della scelta dell’abbigliamento e il terrore di emanare cattivi odori. No way.

Esistono degli assorbenti che sono realizzati proprio per questa evenienza – quindi, non fate come alcune che usano quelli per il ciclo mestruale che non vanno bene -.

Toglietevi dalla testa quella orrenda parola: pannolone. Non è quello di cui avete bisogno. Ad esempio, in farmacia potete chiedere i Serenity che servono proprio a questo. E poi…

Bevete tanto. Lo so sembra una controindicazione, ma in realtà, più mantenete la vescica attiva, più la funzione migliora evitate la formazione di batteri e di infezioni – che peggiorano la situazione -.

Allora, vi ho convinte? (Viviana Musumeci)

Please follow and like us:
0

Iscriviti alla newsletter per gli ultimi aggiornamenti

Enjoy this blog? Please spread the word :)