Di solito, quando si parla di capi classici che non possono mai mancare dal guardaroba di una donna, compaiono tubino nero, [...]
FASHION/STYLE / 0 Comments / 398 View

A un kimono non si dice mai di no

Mag 09 / 2017 6:33AM

La storia, l’interpretazione e alcuni consigli su come indossare oggi il tipico capo di abbigliamento giapponese

kimono

Di solito, quando si parla di capi classici che non possono mai mancare dal guardaroba di una donna, compaiono tubino nero, camicia bianca, filo di perle, trench/impermeabile e decolleté: per me il capo che deve entrare – assolutamente – nel mio armadio a breve è il kimono. E adesso vi spiego il perché

Breve storia del kimono

La caratteristica che più preferisco in questo capo di abbigliamento di origine nipponica è che si caratterizza come un abito nato per nascondere il corpo ed enfatizzare, semmai, il tessuto di cui si compone. Come una sorta di divisa rigorosa, eppure leggiadra nell’uso delle fantasie.

La storia del Kimono è da ricollegare sia allo sviluppo dei tessuti giapponesi, sia alle tecniche per tesserli

Il kimono nasce dalla cucitura di tanti pezzi di rettangoli di seta filata a mano da cui si evince una struttura a blocchi – sostituibili, ragione per cui questo capo è longevo -. Già nel 10.000 a.C, essi venivano confezionati. Sono indossati, ancora oggi, da uomini e donne e i colori o i patterns sono collegati a stagioni, periodi storici, sesso di chi li indossa e altro. Delle vere mappe socio culturali. Se amate questo genere di abito e non avete intenzione di recarvi in Giappone per molto tempo o non avete la possibilità di chiedere di acquistarne uno a un vostro amico che si rechi lì in viaggio, potete acquistarne uno qui

Come indossarlo?

Non fatevi spaventare da un capo così ricco di storia, molto riconoscibile dal punto di vista culturale. Le parole d’ordine sono personalità e leggerezza – insomma, sdrammatizziamolo -. Un kimono può essere usato come un abito, sorvolando sul coté etnico, magari, aggiungendo un paio di accessori molto moderni – di design, per esempio -. Oppure abbinandolo sia come uno spolverino, sia come una camicia – per quelli corti – con un paio di jeans delavé. Come prendisole per la spiaggia, se vi trovate in una località chic e raffinata.

Per gli spunti, vi invito a cliccare la GALLERY con alcune proposte

 

Iscriviti alla newsletter per gli ultimi aggiornamenti