Si continua a parlare del disegno di legge presentato dal senatore leghista Simone Pillon in materia di affido condiviso, [...]
L'avvocato delle donne / 0 Comments / 534 View

Genitori separati e figli: il disegno di legge Pillon

Nov 06 / 2018 6:00AM

I divorzi civili si trasformano in guerre dei Roses

rawpixel divorce

Si continua a parlare del disegno di legge presentato dal senatore leghista Simone Pillon in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità. Certamente, non  un disegno di legge a misura di bambino e donna – ma molto probabilmente nemmeno di padre -.

Ce lo spiega l’avvocato Elena Polesana:

Il nuovo disegno di legge presentato dal senatore leghista, Simone Pillon, mina profondamente i diritti faticosamente conquistati dalle donne e ha come obiettivo quello di sovvertire il diritto di famiglia, mutando il rapporto fra genitori separati e figli.

 Molto brevemente il Ddl:“Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità”, introduce le seguenti modifiche normative: affido condiviso e nessun collocamento prevalente per i figli, abolizione del principio dell’assegnazione della casa; in caso di separazione dei genitori, per i figli ci sarà la possibilità della doppia residenza in cui dovranno vivere almeno 12 giorni al mese, vale a dire che, salvo diverso accordo tra le parti, deve in ogni caso essere garantita alla prole la permanenza di non meno di dodici giorni al mese, compresi i pernottamenti, presso il padre e presso la madre;

non esisterà più l’assegno di mantenimento mai i genitori dovranno contribuire al mantenimento diretto dei figli, sia per le spese ordinarie che per quelle straordinarie;

mediazione familiare obbligatoria per le questioni in cui siano coinvolti i figli minori a pena di improcedibilità, questo, anche quando si procede alla separazione tra persone adulte e consenzienti che si dividono in maniera civile e non in presenza di violenza; Quindi, il giudizio di separazione o di divorzio non potrà celebrarsi se prima non è stato svolto l’iter conciliativo davanti al mediatore familiare.

Un Ddl dunque che non tutela per nulla le donne e i bambini, ovvero i soggetti più deboli anche sotto il profilo economico, e ignora completamente lo squilibrio di potere e di accesso alle risorse che esiste tra uomo e donna, proponendo una equiparazione tra genitori che non ha alcuna attinenza con la realtà. 

Manca inoltre, e soprattutto, “l’attenzione al minore”, i figli diventano pacchi postali anziché soggetti di diritto. (Elena Polesana)

 

Avvocato Elena Polesana
Studio legale
Via Roma 22
32032 Feltre
tel. 0439.1980304 , cell. 3283841147
Fax 04391990129

Please follow and like us:
0

Iscriviti alla newsletter per gli ultimi aggiornamenti

Enjoy this blog? Please spread the word :)