Come forse avevate capito da qualche teaser, tra settembre 2015 e marzo 2016 ho viaggiato in lungo e in largo sul Lario, [...]
/ 0 Comments / 2031 View

Finalmente è arrivato Lariostraordinario: Lake Como District, la guida al lago di Como della #cookingjournalist Viviana Musumeci

Mag 18 / 2016 6:33AM
Lario Straordinario

cover Lario Straordinario

Come forse avevate capito da qualche teaser, tra settembre 2015 e marzo 2016 ho viaggiato in lungo e in largo sul Lario, ovvero il Lago di Como. Ma facciamo un passo indietro. Lo scorso anno l’editore della guida Milano Straordinaria – edita da Straordinaria Communication – mi ha chiesto, dato che vivo a Lecco di realizzare una guida sulla mia città. Chi mi conosce e chi mi segue sa quanto sia affezionata a Quel Ramo del Lago di Como, ecc, ecc. Tuttavia le guide hanno un obiettivo e non sono sei semplici libri che intrattengono o consentono di visitare un luogo. Così, facendo un’onesta riflessione sull’argomento,  ho capito che “solo” Lecco non poteva essere abbastanza e che, soprattutto, non sarebbe stata utile, poiché i visitatori che passano di qui, arrivano dal Lake Como District ed è per questo che ho fatto una controproposta, mettendo sul piatto, non solo l’intero bacino – e qualche zona circostante -, ma anche puntando su quel tipo di turismo che ormai visita da tempo il lago e che ci consente di essere citati spesso come uno dei posti più apprezzati dagli stranieri, in particolare, gli americani, gli inglesi, i nord europei e gli australiani – anche se adesso, ci apprezzano anche i cinesi e si attende un ritorno dei russi -. E così Lariostraordinario parla, anche, inglese. Per più di 9 mesi ho avuto la fortuna di vedere posti che conoscevo, scoprire nuove location, attività, conoscere persone fantastiche e segnalare quello che, secondo un approccio di tipo giornalistico, rappresenta, anche se non in maniera esaustiva, the best of Lake Como. Sono molto orgogliosa del lavoro svolto, poiché è un progetto in cui ho messo l’anima essendo parte di me. E Lariostraordinario: Lake Como District è una guida che vi consiglio di acquistare perché tutte le persone che abitano su entrambi i bacini pensano di conoscere il lago e si adeguano spesso a dei luoghi comuni: “la parte di là è meglio… il mio Paese  è più attento ai turisti…non c’è nulla da vedere o niente di interessante da fare…”. Se gli americani ci fanno visita, se i canadesi, nord europei, australiani decidono di trascorrere dei giorni da noi e pensano di visitarlo, forse siamo noi che dobbiamo iniziare a vedere con occhi diversi le ricchezze che l’intero bacino offre. Lo scorso anno, con la mia attività di #cookingclass – a proposito, mi potete trovare sulla guida alla voce VM cooking class #cookingjournalist – ho avuto modo di viaggiare il mondo senza spostarmi da qui. Bisogna valorizzarlo tutto il Lario – nome che ho voluto fortemente per la guida, sia perché si tratta del nome antico del bacino, sia perché il copy funzionava spontaneamente -, e infatti l’obiettivo di questa guida – e anche sogno – è quello di spiegare a chi viene qui che il Lago di Como è prezioso tutto, unico, rinomato, ricercato, affascinante; non ci si deve fermare più solo due/tre giorni per visitare  sempre gli stessi posti: il Lario va visitato dall’inizio alla fine, da nord a sud perché è una risorsa e fonte di ricchezza culturale, storica, artistica, paesaggistica, naturale, enogastronomica e sportiva. Non ci manca nulla. Io il mio dovere l’ho fatto, adesso la palla la giro a voi (Viviana Musumeci)

Per info su dove trovare la guida, www.italiastraordinaria.it oppure Tel.02 36508355

viviana ian stuart 1

Please follow and like us:
0

Iscriviti alla newsletter per gli ultimi aggiornamenti

Enjoy this blog? Please spread the word :)