Mia Moltrasio è una giovane donna originaria del Lago di Como – nomen omen – che è riuscita in un piccolo [...]
/ 0 Comments / 2095 View

Mia Moltrasio: le ballerine diventano un’icona

Set 21 / 2017 6:36AM

Dal Lago di Como una giovane imprenditrice lancia una sfida: rendere iconicamente fashion le ballerine

ballerine, scarpe, mia moltrasio

Mia Moltrasio è una giovane donna originaria del Lago di Como – nomen omen – che è riuscita in un piccolo miracolo:

fare amare le ballerine a tutte le donne.

Sì, perché solitamente, la ballerina è sinonimo di calzatura non glamour – qualcuno la definisce, persino, ammosciante -. Mia è riuscita nell’intento di trasformare questa scarpa in una vera e propria icona nel giro di pochissime stagioni. Lanciata sul mercato solo “3” collezioni fa, Mia Moltrasio è già diventato un brand che piace a tutte le fashioniste pure che hanno, finalmente sdoganato la ballerina. VM-MAG ha incontrato Mia in un caldo giorno della scorsa estate, sul Lago di Como a Lezzeno, in uno dei locali più tipici della zona – la Trattoria Aurora – davanti a piatti di paté e polpette di lago.

Innanzitutto, qual è il tuo vero nome? 

E’ questo! Moltrasio. So che sembra un nome d’arte, ma in realtà mi chiamo proprio così. Il caso vuole che viva a Como e quindi il nome è perfetto poiché è mio, ma rimanda anche, contemporaneamente, a uno dei posti più belli al mondo in cui ho la fortuna di vivere. Avendo l’ambizione di uscire dal confine italiano, Moltrasio è perfetto.

portrait, mia moltrasio

Cosa facevi prima di lanciare questa collezione?

Ho lavorato per una multinazionale degli accessori, ma in realtà, non lavoravo nella sezione creativa, bensì nell’ufficio risorse umane. Avendo due figli piccoli, per quanto mi piacesse il mio lavoro, era diventato faticoso fare avanti indietro quotidianamente per tornare a casa. Così ho iniziato a sognare ad occhi aperti di cambiare vita e lavorare a un progetto che mi consentisse di essere più stanziale nel territorio in cui vivo, in modo da poter stare di più anche con i miei figli. La scelta si è rivelata giusta, visto che adesso sono in attesa di Giulietta – ndr la terza figlia arriverà nel mese di novembre -.

Fai tutto da sola o hai avuto supporto da parte di qualcuno? Hai dei soci?

Mio marito mi supporta dal punto di vista digital poiché è il suo lavoro. Con mia sorella, invece, siamo socie e lavoriamo insieme.

Visto che non avevi esperienza nel settore, come hai iniziato?

Abbiamo sùbito contattato il Conzorzio marchigiano dei calzaturifici a cui ho trasferito le nostre esigenze. Avevo un’idea precisa di come dovessero essere le nostre calzature, e nel giro di pochissimo, mi hanno messa in contatto con quattro fornitori che, ancora oggi, producono le nostre calzature.

La distribuzione delle ballerine è un po’ particolare, poiché ancora oggi, la maggior parte della vostra clientela acquista sul vostro sito: in quanti negozi siete distribuiti?

E’ vero. Ai nostri clienti piace il nostro servizio – ndr la calzatura viene venduta abbinata a un paio di calze in una bustina personalizzata -. Io, praticamente, conosco le caratteristiche dei piedi di ogni cliente. Questo viene recepito e per questo tornano ad acquistare lì. Tuttavia, al momento, siamo anche distribuiti in alcune boutique concentrate, soprattutto, nel nord Italia, anche se mi piacerebbe essere distribuita anche nel centro e al sud.

Pensi che Mia Moltrasio rimarrà sempre un marchio di sole ballerine?

Il focus sarà sempre su questo tipo di calzatura, ma chiaramente, faremo degli esperimenti con eccezioni e capsule, magari anche con il tacco. (Viviana Musumeci)

Iscriviti alla newsletter per gli ultimi aggiornamenti

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)